Il Cronografo Corpus Clock: l’orologio da due milioni di dollari

di Benedetta Guerra Commenta

E’ privo di lancette e numeri digitali: questo cronografo è il cronografo presentato dallo scienziato Stephen Hawking. Questo paticolare orologio presentato al Corpus Christi College di Cambridge da Hawking, è opera di John Taylor. Il cronografo misura il tempo attraverso una tecnologia nuova e molto fantasiosa, con delle luci al posto delle lancette e l’ora esatta segnalata ogni 5 minuti.

Il suo nomignolo è “il cronografo più strano al mondo” dotato di 60 mini fessure che segnano il passare del tempo illuminandosi ed è sormontato da una grande cavalletta. John Taylor riguardo al cronografo ha detto:

volevo rendere più interessante la misurazione del tempo.

L’invenzione sfida tutti i pregiudizi e le usanze riguardo la misurazione del tempo. Il meccanismo è stato creato apposta per correre in maniera imprevedibile, accelerando e rallentando ogni tanto. Il cronografo, chiamato anche Corpus clock è stato costruito in cinque anni, da ingegneri e artigiani che lo hanno placcato di oro 24carati, con un motore elettrico con la durata di 250 anni che consuma circa tre lampade da 60 watt l’uno ed un suo diametro e di circa 1,5 metri.

Taylor inventore e studioso del tempo (oramai 72enne) ha inventato questo marchingegno in tributo a John Harrison, un grande orologiaio del XVIIIsec. Per la costruzione ha sborsato di tasca sua un milione di sterline, quasi due milioni di dollari.

Secondo Alan Midleton, curatore del British Horological Institute, questo cronografo è un’ottima idea e aggiunge:

un’ottima idea. Solo il tempo ci dirà se raggiungerà la fama del Big Ben, ma attualmente ho i miei dubbi. Lo so è terrorizzante, come deve essere, perché io non vedo il tempo come qualcosa che gioca dalla nostra parte. È qualcosa che mangia ogni minuto della nostra vita, e non appena ne mangia uno già ha l’acquolina in bocca per far fuori quello successivo. Non è sbagliato ricordarlo agli studenti. In realtà non mi sono mai accorto di questo fino a quando non mi sono svegliato in occasione del mio 70esimo compleanno, folgorato all’idea di quanto volevo ancora fare e di quanto poco tempo avessi ancora a disposizione. Carpe Diem!

Il fantastico cronografo verrà esposto all’esterno della biblioteca del College di Cambridge e sarà sempre visibile al pubblico e visitatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>