Il Bon Ton di Miss Gala Theo: l’arte della coversazione

di Benedetta Guerra Commenta

Tu non dei giammai favellare che non abbi prima formato nell’anima quello che tu dei dire.

GIOVANNI DELLA CASA

Bentornati alla nuova lezione di Bon Ton della docente Miss Gala, che anche per questa settimana si è data da fare per darvi qualche indicazione sul come comportarsi e cosa dire in determinate situazioni.

Purtroppo, a causa di un impegno improvviso, Virginia Galatheo è dovuta andare nel Brunei per insegnare, presso il palazzo reale di Hassanal Bolkiah, alcune regole di Bon Ton alle figlie del Sultano del Brunei, ed è per questo motivo ha lasciato a noi l’onore di pubblicare il suo lavoro, che oggi verterà sulla conversazione da tenere in determinate circostanze.

Da oltre 2 secoli e forse qualche cosa di più, non si parla d’altro in determinati ambienti che della decadenza della conversazione e dell’arte della conversazione che è veramente difficile.

La buona conversazione si basa su due principi fondamentali:la leggerezza e fruibilità dei contenuti, e dagli argomenti la loro velocità e la varietà.

Spesso e volentieri incontriamo gruppi di amici che, durante una cena a casa o in un locale, parlano per ore solamente di calcio, o di politica … bene, queste argomentazioni sono etichettate come fallimentari. Cari maschietti … basta con calcio e politica!

La varietà di argomenti trattati e la velocità nel saltare da un argomento all’altro è essenziale, inoltre bisogna saper scegliere il momento giusto e l’argomento preciso poco prima che la serata si appiattisca e sia compromessa dalle solite e sterili conversazioni da bar.

In una conversazione bisogna evitare di parlare solo di argomenti relativi della vostra professione, inoltre, (e questo è un errore che molti fanno) bisogna evitare di chiedere, per esempio ad un commercialista delucidazioni sulla prossima dichiarazione dei redditi.

Ecco delle regole da seguire in determinati luoghi per la conversazione:

A tavola, se un uomo è seduto tra due donne, deve rivolgere la parola in egual misura ad entrambe.
In ufficio, sia un dirigenti di azienda, che un semplice impiegato o libero professionista, se riceve la visita di un amico in ufficio per scambiare due chiacchiere, non bisogna mai rimanere dietro la scrivania ma sedersi accanto a lui.
A letto, bisogna evitare di lasciarsi andare in conversazioni che poi, con il passare del tempo staremo rimpiangere di aver fatto.

Per oggi la lezione di Miss Gala è terminata, alla prossima settimana e Buon 2011 a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.