Hong Kong la capitale più cara per gli expats

di Sara Mostaccio Commenta

Secondo una classifica stilata dall'azienda di consulenze Mercer è Hong Kong la capitale più cara per gli expats.

Hong Kong è la capitale più cara del mondo per gli expats che vivono all’estero. La città cinese ha strappato il primato alla capitale dell’Angola, Luanda, che deteneva il dubbio onore di essere la destinazione più cara nella quale stabilirsi da espatriati.

Luanda ha mantenuto il suo triste primato per 3 anni e per il 2016 è stata surclassata da Hong Kong che conquista il primo gradino del podio. Un primato determinato soprattutto dalla valuta che è diventata più forte sul dollaro.

La lista annuale delle città più esose del mondo per gli expats è stata stilata da Mercer, società di consulenza aziendale. La valutazione si basa sulle condizioni di vita dei lavoratori stranieri sulla base di un gran numero di variabili.

Sono state 209 le città prese in condiderazione in tutto il mondo tenendo conto dei costi della vita, dall’affitto o dall’acquisto di una casa fino al cibo ai trasporti e all’intrattenimento. Tra le città che si sono classificate nei posti più alti della classifica conquistano un pari merito Singapore e Zurigo, che detengono la terza e la quarta posizione.

Anche Tokyo, con uno yen più forte, risale posizioni e si stabilisce al quinto posto. New entry nella classifica la città di Kinshasa, nel Congo, che si posiziona sesta battendo addirittura Shanghai, Ginevra e Pechino.

Le valutazioni, dice Mercer, subiscono le fluttuazioni di un mercato sempre più instabile che in alcune parti del mondo vede vertiginose crescite mentre in altre subisce una flessione. Così si verifica la presenza in classifica di città inattese come l’uscita di capitali considerate fino a qui tra le più care del mondo. Londra, per esempio, scivola in diciassettesima posizione.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.