Diamante: migliore investimento in tempo di crisi?

di Giulia Ferri Commenta

Soprattutto in un periodo di crisi così lunga sono davvero pochi gli investimenti sicuri che permettono se non di trarre alti profitti, quanto men sperare di mantenere integro il capitale e di vederselo rivalutare al riparo di speculazioni finanziarie e andamenti labili della borsa.

Dopo il crollo del mito del “mattone” rimangono davvero pochi i c.d. beni di rifugio che possono garantire una certezza. Tra questi il diamante potrebbe rappresentare un investimento conveniente nonchè un regalo gradito.

In particolare diversi investitori si sono accorti che confrontando i rendimenti negli ultimi anni tra l’oro e il diamante si sono accorti che quest’ultimo ha degli incrementi maggiori. In particolare nel 2006, anno in cui si avvertivano i venti della crisi ma non era ancora esplosa la bolla immobiliare, le crisi finanziarie, i crack privati, le speculazioni e gli ingenti incrementi di debito pubblico da parte di alcuni stati europei, il rendimento dell’oro è sempre stato altalenante mentre quello del diamante più stabile.

E’ necessario però fare una distinzione tra diamante da investmennno e i diamanti i venditia presso le gioiellerie. Quest’ultimi non sono quotati ufficiamente e non godono di una partcolare certificazione, se non quella dell’ente di appartenenza legata al settore commerciale. I diamanti, in genre hanno caratteristiche gemmologiche inferori anche se adeguate alla produzione, anche artigianale, di gioielli.

Una volta importati, l’unica tassa su cui sono soggetti i diamanti è l’iva, per cui non si sostengono altre spese da imputare all’investimento. Oltre alla quotazione ufficiale, il diamante gode di un mercato secondario di sicura rivendita. A questo punto bisogna sottolinea che anche i gioielli possono essere rivenduti sul mercato e acquisire maggiore valore soprattutto se forgiati da artigiani orafi. Ma questo non ha nulla a che vedere con gli investimenti sui diamanti e non offre certamente la stessa sicurezza.

Sicurezza che il diamante sembra aver dimostrato nelle recenti aste di New York, Londra, Hong Kong e Ginevra.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.