Scende il prezzo dei diamanti De Beers

di Sara Mostaccio Commenta

La notizia scuote il mondo del lusso ma al tempo stesso ci rallegra: scende il prezzo dei diamanti De Beers ed è la prima volta nella storia del gigante mondiale della distribuzione delle preziose gemme. Fino ad ora De Beers aveva scelto di ridurre la produzione delle pietre anziché il loro prezzo.

La domanda scende, in tempo di crisi, e dunque bisogna adeguare la strategia. Nel 2015 l’ammontare di carati venduti si arresterà a circa 29 milioni, un valore più basso della media annuale consueta. In primavera le previsioni di vendita erano stimate in 31 milioni, a inizio anno addirittura in 34 milioni, mentre nel 2014 le vendite registrate erano state di 30 milioni. La realtà ha smentito le aspettative e perciò De Beers ha abbassato il prezzo del 9%.

A quanto pare a far calare la domanda non è solo la crisi economica ma anche questione di moda. Ai diamanti si preferiscono altre pietre e anche se i solitari mantengono un loro solido mercato, i gioielli di diamanti più impegnativi si vendono meno.

E così è tempo di saldi, pare che il giro d’affari perduto generato da questo taglio ai prezzi si aggiri intorno ai 250 milioni di dollari. Una cifra che fa girare la testa ma mai quanto un bel diamante che probabilmente sarà più facile permettersi nell’immediato futuro.

Di contro questa scelta mina alle basi lo slogan stesso che De Beers ha sempre esibito fieramente dichiarando che “un diamante è per sempre.” A parte la durata eccezionale della pietra, che resta fuor di dubbio, c’è da considerare il pericolo di una perdita di valore: investire in un diamante non è più conveniente, se la pietra si deprezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.