Pasqua 2009 si sta avvicinando, ed un bel viaggio alla ricerca del relax potrebbe essere un’ottima idea per entrare in contatto con se stessi e la natura che ci circonda. Il Bushmans Kloof Wilderness Reserve and Retreat, è un esclusivo posto dove passare le vacanze immersi nel lusso sfrenato, lontano dalla civiltà ed immerso nel paradiso africano. Nel mezzo dell’arido clima africano, l’albergo apre le porte ad una fauna selvatica fiorente e ricca di storia culturale del posto, con panorami da togliere il respiro.

Come sfondo panoramico si vedono i Cederburg Mountains, il Bushmans Kloof Lodges and private villa, portano la natura a portata di mano (mi scuso per il gioco di parole). La vacanza in questo paradiso sarà fantastica, potrete rilassarvi stando sdraiati all’interno della villa, fare una passeggiata nel giardino dei fiori ed erbe aromatiche o semplicemente farvi un tuffo a scelta tra le quattro piscine che possiede il resort.

La riserva termale promette relax di cui avete bisogno, potrete farvi coccolare, nelle camere di relax, o all’interno della propria suites, in completo relax e privacy, nel giardino o nel fresco di una grotta.

L’hotel dispone di spazi aperti deliziosi, progettati per immergere gli ospiti in un fantastico paesaggio naturale . Un’ esperienza da fare è la passeggiata nel bush africano, con la possibilità di vedere e toccare con mano luoghi da incanto, godervi una piccola avventura con un’arrampicata, o con una bella passeggiata in mountain Bike e meglio ancora, con una nuotata nella piscina tra le rocce.

Se la vostra curiosità è maggiore di quella di fare una passeggiata, se il vostro interesse verte sulla conoscenza antropologica del posto, allora dovrete provare le visite guidate che vi porteranno alla scoperta di circa 130 siti di antica arte rupestre risalenti all’età della pietra.

Il sito è classificato come patrimonio nazionale sudafricano, ed anche il Cape Floreal World Heritage Site (patrimonio mondiale floreale), un posto dove riconnettersi con la natura è cosa semplice, e che forse, vi farà capire veramente cosa vuol dire il Mal d’Africa.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.