All’asta i gioielli della duchessa di Windsor

di Giulia Ferri Commenta

La celebre casa d’aste Sotherby’s ha fatto sapere che il prossimo 30 novembre batterà all’asta 20 gioielli appartenuti alla duchessa di Windsor egrande amore di Edoardo VIII, Wallis Simpson, un personaggio reale tornato prepotentemente sulla bocca di tutti perchè sarà soggetto in un film diretto da Madonna.

I 20 gioielli fanno parte di una collezione già venduta nel 1987 per la cifra record di 30 milioni di sterline a un collezionista anonimo. Questa volta si prevede un ricavo all’incanto di 3 milioni di sterline.

Esemplari di rara bellezza, unici, molti dei quali disegnati personalmente dalla coppia e realizzata con impareggiabile maestria da Cartier. Tra gli oggetti preziosi più pregiati, un braccialetto di diamanti con 9 croci a simbolo delle sofferenze e delle peripezie degli amanti, tra cui un tentato omicidio.

E ancora: una spilla che rappresenta un fenicottero in diamanti, rubini, smeraldi e zaffiri con base d’asta di un milione e cinquecento sterline; Una spilla a forma di cuore realizzato con diamanti smeraldi e rubini in occasione del ventesimo anniversario di matrimonio, un braccialetto di onice e diamante che rappresenta una pantera, un portasigari in oro con la mappa dei viaggi della coppia in Europa e in Africa settentrionale contrassegnati da diamanti e gemme.

Ad oltre 70 anni dall’abdicazione di Edoardo VIII si torna ancora a parlare di quest’amore travolgente, il quale rinunciò per amore al trono per unirsi in matrimonio con Wallis Simpson, duchessa di Windsor.

La duchessa infatti era già divorziata e rimarita e quindi non le era concesso diventare Regina, dato che essendo il Re anche capo della chiesa anglicana gli era precluso il matrimonio con una divorziata.

Ma l’amore tra i 2 non conobbe ostacoli: fu talmente travolgente che Edoardo VIII non esitò ad abdicare in favore del fratello minore Giorgio VI, rinunciando al trono.

Non furono reali ma furono felici e lei ricevette in dono da lui i più bei gioielli che all’epoca una donna potesse desiderare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.