Aehra, la nuova start che mira a sfidare Lucid e Tesla

di Sonia Pesce Commenta

Alzi la mano chi non impazzirebbe di fronte alle auto elettriche più esclusive e di lusso, che si caratterizzano per avere un profilo estetico invidiabile e per essere, al contempo, pratiche e decisamente belle pure da guidare.

C’è un nuovo marchio che si propone di realizzare dei modelli che mai nessuno è stato in grado di creare e che ha lanciato già il guanto di sfida a tutti i principali concorrenti. Stiamo facendo riferimento ad Aehra, ovvero un nuovissimo marchio che ha la sua sede in quel di Milano.

Questo nuovo marchio è stato realizzato grazie alle idee di Hazim Nada e di Sandro Andreotti, il primo classe 1982 e il secondo nato nel 1977. Il primo è il CEO di Aehra, mentre il secondo è il cofondatore di questa startup che si occuperà della realizzazione e sviluppo di auto elettriche di alta fascia. Sono già stata individuati i primi due modelli che faranno parte di questa nuova gamma. Si tratta di una Suv e poi di una berlina.

Nel corso della prossima stagione autunnale, a quanto pare, verranno già rivelati i vari render. Pare proprio, inoltre, che durante il mese di ottobre sarà la volta del Suv, mentre nel giro di qualche mese toccherà poi anche alla berlina. Per il momento, il gruppo ha deciso di non svelare ancora la località che ospiterà il quartier generale dello stabilimento. Sempre secondo le varie voci di corridoio, confermate però questa volta dagli stessi fondatori del marchio, pare proprio che Aehra darà la massima priorità ad una sede in Italia. Non solo, dal momento che l’obiettivo pare essere quello di dare il via alla commercializzazione nel corso del 2025, quindi nel giro di un triennio.

Già selezionati anche i mercati principali a cui si rivolgerà Aehra, ovvero Europa, Cina, Stati arabi del Golfo e Nordamerica. Dando uno sguardo a questo progetto, che è decisamente ambizioso in effetti, è importante comprendere meglio chi sono i fondatori del marchio. Hazim Nada ha ottenuto un master in Fisica teorica presso l’Università di Cambridge, per poi conseguire pure il Dottorato in matematica applicata, che è stato ottenuto presso l’Imperial College di Londra. Aero Gravity è stata fondata nel 2015 sempre proprio da parte di Nada: si tratta di una galleria del vento del tutto particolare, grazie anche all’aiuto di Sandro Andreotti, cofondatore anche di quest’ultimo progetto. Insomma, ci sono tutte le premesse per andare alla conquista del mercato, non solo quello italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.