Chartarpur, la villa imperiale a New Delhi

di loretta martino Commenta

Villa New Delhi
Sembra impossibile che nella capitale indiana dei fori contrasti, nella metropoli rumorosa e cosmopolita di New Delhi sia ancora possibile respirare momenti di pace e tranquillità in oasi caratterizzate da costruzioni incantevoli come l’area di Chatarpur oggi sede di residenze esclusive tra le quali spicca la villa dei coniugi Qureshi.

Da una baracca circondata da campi di grano e stagni è nata una villa dal sapore neoclassico all’interno della quale personaggi e stilisti tra i più quotati come Giorgio Armani, Jean Paul Gaultier e Raf Simons sono stati ospiti perché celebre ormai in tutta l’India.

La villa è stata realizzata da un grandissimo architetto francese, Jean Louis Deniot che ha accolto con entusiasmo la richiesta dei coniugi di trasformare quel paesaggio rurale e abbandonato in una residenza quasi imperiale di grande fascino. Gli ambienti sono lussuosi e raffinati, di chiara impronta neoclassica dove l’arte Déco, i tappeti preziosi e oggetti esclusivi creano un’armonia perfetta sintetizzando il gusto per la tradizione con il comfort contemporaneo. Pezzi d’antiquariato sono infatti accostati ad elementi meno classici rendendo la villa un luogo austero ed elegante.

L’interno è caratterizzato da una hall centrale maestosa mentre le suite dei padroni di casa sono sontuose e ricche di accenti romantici. Non mancano sale da bagno per lei e per lui che ricordano quelle dei Maharaja con soffitti a doppia altezza, specchi con cornici in foglie d’oro, tavoli imperiali e rotondi, marmi indiani, lampadari con boule di vetro soffiato veneziano e ancora tappeti pregiati e armadi imperiali.

All’esterno, invece, un grande giardino con piscina invita gli ospiti ad ammirare lo stile inglese e quasi coloniale dell’abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>