I viaggi di lusso non conoscono crisi: +30% a Venezia

di Redazione Commenta

Spread the love

Venti di crisi in tutti i settori – nessuna novità – tranne i nuovi dati forniti da Confindustria Viaggi che registra un aumento crescente del segmento viaggi di lusso. Regina delle città italiane è Venezia, con un aumento delle prenotazioni negli alberghi di lusso del +29%, mentre anche Roma con +5% può vantare un risultato positivo aldilà delle più rosee previsioni.

Il presidente di Federturismo-Confindustria Renzo Iorio pone l’accento sui risvolti positivi anche nell’ambito dell’occupazione stagionale:

Guardando all’estate, una crescita del segmento attorno al 5-6% in termini di occupazione e rendimento, magari con qualche cambiamento nel mix di clientela. Asia continentale, Usa e Nord Europa sono i mercati di provenienza più reattivi, ma resta l’incognita delle economie dei singoli Paesi e dell’andamento dei mercati finanziari.

Confermano gli addetti ai lavori, tra cui Corrado Neyroz , tesoriere internazionaledi  Relais & Châteaux, catena di hotel di lusso e ristoranti gastronomici:

Gli italiani che nel 2012 alloggiano nelle nostre strutture sono in aumento del 30%.

Il direttore generale di Astoi – Associazione di Categoria dei Tour Operator Italiani – Flavia Franceschini ha definito il nuovo target del turista facoltoso:

Cambia la filosofia del lusso: è ormai sinonimo di qualità del soggiorno, il cliente è più esigente di un tempo.

L’AD de Viaggi dell’Elefante, noto tour operator, Enrico Ducrot, ad del tour operator , che ha aperto in questi giorni un ufficio a Milano, spiega: «C’è un crescente desiderio di aggregarsi in piccoli gruppi chiusi di amici o persone accomunate dagli stessi gusti. Il valore medio di pratica per persona è di 3.500 euro e tra le destinazioni con trend in aumento c’è l’Africa, con Botswana, Namibia e soprattutto Mozambico, che suscita forte appeal.

Danilo Curzi, amministratore di Idee per Viaggiare, suggerisce Abu Dhabi tra le mete tutt’ora preferite “che si orienta sulla cultura e sullo spettacolo con l’inaugurazione a breve del Louvre e del Guggenheim. Anche la Thailandia sta riscuotendo buoni risultati grazie alla filosofia dei boutique hotel”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.