Vacanza estate 2012 a New York: cosa fare e dove alloggiare nella lussuosa Upper East Side

di Benedetta Guerra Commenta

Oggi torniamo a parlare di vacanze estate 2012, ma soprattutto di una città molto bella e piena di sorprese, ossia New York. La maggior parte dei grandi nomi dell’hôtellerie newyorkese si trovano nell’Upper East Side, basta pensare a The Pierre New York, tra l’altro recentemente rinnovato per offrire un servizio ancora più esclusivo agli ospiti con la Jiva Spa, dove vengono proposti trattamenti dalla forte influenza indiana.

La clientela del The Pierre potrà concedersi una cena nel ristorante d’altissimo livello, Le Caprice famoso in tutto il mondo.

Altro hotel di lusso nella zona East di Manhattan è nato negli anni ’30 ed è il Carlyle, a Rosewood Hotel, un vero landmark sinonimo di eleganza e classe che è stato premiato come Best Hotel in New York da Condé Nast Traveler’s 2011 Readers’ Choice.

A pochi passi dalle prestigiose boutique di Madison Avenue e dai musei, c’è il The Surrey che riflette l’eleganza del quartiere nei suoi spazi interni progettati da Lauren Rottet e dove gli ospiti hanno a disposizione il roof garden da cui ammirare l’Upper East Side e Central Park, la Spa, il ristorante Café Boulud premiato con una stella Michelin e una prestigiosa collezione di 31 opere di arte contemporanea.

I ristoranti da non perdere

Per quanto riguarda il buon cibo, nella zona dell’Upper potrete trovare Serendipidy 3 famosissimo per i suoi dessert tra cui tantissime varietà di sundae e il famoso Frrrozen Hot Chocolate da gustare in un ambiente unico tra lampadari Tiffany’s e pezzi originali di Andy Warhol.
Gli amanti della cucina giapponese autentica troveranno nel quartiere i migliori indirizzi come Sasabune, che all’ingresso avverte i commensali che non troveranno “né California Rolls né Spicy Tuna Rolls”, ma solo piatti originali della tradizione nipponica.
Per chi ama la classica cucina americana, c’è il David Burke Townhouse dove assaporare la cucina innovativa dello chef.

I must-see dell’Upper East Side

Per quanto riguarda lo shopping, passeggiando su Madison Avenue nell’Upper East Side, troviamo le più famose vetrine come Jimmy Choo, vestiti da sposa Vera Wang, le gioiellerie, come quella cara alle celebrity del designer brasiliano Jack Vartanian, grandi magazzini di lusso come Bloomingdale’s, Ralph Lauren, Armani e Dolce & Gabbana.

Se i musei della Museum Mile non saziano la vostra voglia di arte, vi è un indirizzo da non perdere è il Whitney Museum of American Art dove ammirare opere di artisti americani del XX secolo.

Insomma, dei cinque distretti newyorkesi Manhattan è il più celebre, è Midtown, con le luci di Times Square e l’Empire State Building, ma è anche Harlem, con la sua cultura afroamericana, il ricco Upper East Side con lo shopping più esclusivo e i musei della Museum Mile, è anche i quartieri di downtown come SoHo, NoHo, TriBeCa, Meatpacking District, il Village, Little Italy, Chinatown, LES, Financial District, ognuno con il proprio carattere e anima.

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.