Shangai Expo 2010 consegna la bandiera a Milano Expo 2015


Alla presenza del segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon e il presidente del Bie, Jean-Pierre Lafon, la bandiera del Bureau International des Expositions – è stata consegnata al Sindaco di Milano Letizia Moratti, all’AD di Expo Spa, Giuseppe Sala e al Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

Il passaggio del testimone è avvenuta nell’ambito di una cerimonia raccolta, diversa dai mirabolandi can can dell’Esposizione dei record, così come è stata ribattezzata Shanghai 2010. Adesso piano piano i riflettori si accenderanno sopra Milano Expo 2015 che a pensarci non è poi così lontana.

Una Letizia Moratti emozionata ma anche raggiante che per un momento fa dimenticare lo stato avanzato dei lavori ancora in alto mare, probabilmente dovuto all’ostracismo tra maggioranza e opposizione che in Italia è causa di tante opere incompiute o compiute in modo mediocre. E proprio mentre insieme al consigliere del Pd Andrea Fanzago ripiega la bandiera dell’Expo la Moratti fa notare:

Expo Milano 2015: Napolitano indica la strada

In occasione della conclusione dell’Expo Shanghai 2010, con ogni probabilità l’esposizione universale più grande, sotto l’aspetto organizzativo e di affluenza visitatori, il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, è volato a pechino per raccogliere il testimone. Nel 2015 ci sarà infatti l’esposizione a Milano e sarà proprio il Bel Paese a ricevere la pesante eredità di un’organizzazione mastodontica, di una ricchezza degli eventi e dei padiglioni senza precedenti che ha annoverato circa 70 milioni di visitatori.

Sarà più piccola, puntiamo a 20 milioni di persone, non possiamo confrontarci con un Paese di un miliardo di abitanti, e i visitatori sono stati per il 97% cinesi. Ma dobbiamo prendere qualche esempio e costruire un nuovo modello di Expo, che sia più popolare, di massa

Milano Expo 2015 non sarà come Shanghai Expo 2010


A dirlo sono in tanti, dalla stampa cinese che non manca di osannare l’esposizione dei record, come è stata definita Shanghai, al vicecapogruppo del Pd in consiglio provinciale a Milano Roberto Caputo che ha dichiarato che ha dichiarato

Ormai solo un miracolo o un’ accelerazione conclusiva potranno permettere a Milano di avere l’Expo

Ma in Italia, si sa, quando bisogna fare qualcosa c’è sempre la politica di mezzo con le sue 2 mezze verità. Su Italia Oggi è uscito un articolo che secondo indiscrezioni vogliono l’Expo “rivenduto” a Smirne, la città turca che il 31 marzo 2006 perse ai voti la candidatura ad ospitare l’Esposizione Universale che si tiene ogni 5 anni.

Milano Expo 2015: Diana Bracco al concerto della Fisarmonica della Scala


In occasione del concerto della Fisarmonica della Scala che si terrà il prossimo 17 settembre a Shanghai è intervenuta Diana Bracco, che tra le svariate nomine, in ultimo è il presidente che si occuperà di organizzare e dirigere l’Expo di Milano nel 2015.

E’ la cultura il perno sulla quale farà leva per determinare il successo dell’esposizione universale che si terra nella città meneghina nel 2015. D’altronde impossibilitati a bissare i grandi numeri di shanghai non possiamo che affidarci al grande patrimonio culturale del nostro Paese :

La cultura è un fattore assolutamente cruciale per fare dell’Expo di Milano un grande successo, il concerto della Filarmonica della Scala, che siamo riusciti a organizzare per il 17 settembre a Shanghai sara’ un evento dallo straordinario valore artistico e simbolico.