Shangai Expo 2010 consegna la bandiera a Milano Expo 2015

di Redazione Commenta


Alla presenza del segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon e il presidente del Bie, Jean-Pierre Lafon, la bandiera del Bureau International des Expositions – è stata consegnata al Sindaco di Milano Letizia Moratti, all’AD di Expo Spa, Giuseppe Sala e al Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

Il passaggio del testimone è avvenuta nell’ambito di una cerimonia raccolta, diversa dai mirabolandi can can dell’Esposizione dei record, così come è stata ribattezzata Shanghai 2010. Adesso piano piano i riflettori si accenderanno sopra Milano Expo 2015 che a pensarci non è poi così lontana.

Una Letizia Moratti emozionata ma anche raggiante che per un momento fa dimenticare lo stato avanzato dei lavori ancora in alto mare, probabilmente dovuto all’ostracismo tra maggioranza e opposizione che in Italia è causa di tante opere incompiute o compiute in modo mediocre. E proprio mentre insieme al consigliere del Pd Andrea Fanzago ripiega la bandiera dell’Expo la Moratti fa notare:

Vedete? Questo è un momento simbolico: maggioranza e opposizione unite dalla stessa bandiera.

Gli fa eco Roberto Formigoni che alla domanda sulla probabilità di consegna di fine lavori prima del tempo previsto afferma senza indugio:

Non abbiamo mai litigato, c’è sempre stato un normale confronto tra opinioni diverse. Ma il confronto serve ad individuare la soluzione migliore.

La cerimonia è stata anche occasione per introdurre il tema dell’Expo di Milano nel 2015. Se il tema di shanghai era infatti Better City, Better Life, quello di Milano Expo 2015 è Nutrire il Pianeta. E Formigoni ci tiene a sottolineare che i padiglioni di ogni Stato dovranno allestire tematiche coerenti con il messaggio e non sfruttare l’Expo come fosse una fiera di promozione turistica. Un ridimensionamento rispetto a Shanghai un pò forzato dagli investimenti imparagonabili, un pò voluto per esaltare eccellezze che l’Italia ha per cultura e patrimonio in abbondanza.

Non resta che incrociare le dita e vigilare sull’operato dei nostri governanti.

Via | IlGiorno.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.