Quercia Contorta di Cadorin: il parquet esclusivo che rispetta la natura

di Benedetta Guerra Commenta

Se siete in fase di ristrutturazione per la vostra dimora o per un vostro locale o ufficio, oggi voglio presentarvi una selezione di parquet di Quercia selvatica dalle grandi dimensioni dall’originalità eccezionale. Quercia Contorta di Cadorin è un parquet esclusivo in cui la ricerca della materia prima deriva da una minuziosa selezione di piante selvatiche di Quercia Europea, la cui particolarità è quella di essere cresciuta in foreste con situazioni ambientali particolari che hanno nel tempo trasformato gli alberi.

La Quercia viene plasmata dalle intemperie subite che negli anni contribuiscono a creare fibrature contorte e tonalità del legno differenti dalle solite foreste di Rovere.

I nodi e le venature sono articolati a tal punto da creare “movimento” all’interno dei listoni. Ogni nodo, a volte anche largo 8-10 cm, viene accuratamente ed appositamente stuccato da impasto bianco per accentuare queste naturali caratteristiche che fino a poco tempo fa erano considerate difetti del legno.

La lavorazione spazzolata vissuta da l’impressione di un legno dagli aspetti d’Epoca in armonia con la finitura sbiancata a vernice o ad olio naturale.

La Quercia Contorta rientra fra i legni selezionati da Cadorin con il marchio Legno Più Km Meno: il suo approvvigionamento avviene entro una distanza che va dai 500 ai 700 km dalla sede dell’azienda contribuendo così a diminuire l’impatto sul clima.

La selezione e il taglio delle vecchie piante di Querce nelle foreste europee permette la rigenerazione del bosco.

Il parquet Quercia Contorta fa parte della collezione Listoni d’Epoca, tavolato di tre strati di legno massiccio di grandi dimensioni e nel soggiorno di casa è possibile ritrovare un parquet esclusivo dalle molteplici varianti che riprendono temi delle tavole di un tempo.

Per tutelare l’ambiente e la salute dei propri dipendenti e collaboratori, Cadorin ha messo in atto tutta una serie di accorgimenti nel proprio ciclo produttivo:
– la materia prima, ovvero il legno, viene accuratamente controllata e rintracciabile;
– i componenti e i materiali utilizzati nel processo produttivo non risultano dannosi per l’uomo e rispettano la natura: le colle viniliche applicate sono prive di formaldeide(una sostanza altamente cancerogena),gli oli e le cere utilizzati per le finiture sono naturali (il che comporta un basso impatto ambientale), la costruzione dei supporti dei listoni avviene con materiali di provenienza PEFC.

Cadorin Group ha scelto poi di utilizzare per il suo ciclo produttivo fonti di energia pulite e rinnovabili, che permettono la riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.
L’energia elettrica viene fornita da 4.000 mq di superficie di pannelli solari installati sul tetto dell’azienda che generano ben 220.000 kWe l’anno di energia solare pulita, interamente destinata al ciclo produttivo.

L’energia termica è generata da oltre 20 anni, con il riutilizzo dei residui di legno derivanti dalla produzione. Un impianto altamente tecnologico permette di produrre 950.000 kw annui rendendo l’azienda autosufficiente per tutto il fabbisogno produttivo e soddisfa i requisiti del protocollo di Kyoto, definendosi così un’attività GREEN che testimonia il rispetto per la natura e l’attenzione alla sostenibilità ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.