Omaggio a Elizabeth Taylor alla Biennale di Venezia

di Giulia Ferri 1

Enorme successo per l’evento di giovedì scorso Omaggio a Elizabeth Taylor presso la prestigiosissima sede della Biennale di Venezia in Cà Giustinian a cura del Wylford Consortium di Milano e da Marco Eugenio Di Giandomenico, in collaborazione con la Fondazione Terra Italia.

Obiettivo condiviso, e raggiunto, da parte degli organizzatori è stato quello di rendere un bellissimo omaggio alla Diva, a pochi mesi dalla morte, con un docu-film intitolato Elizabeth’s great talent, diretto dal noto regista Giuseppe Falagario e prodotto dal Consorzio Wylford, nonché con la presentazione dell’opera “Elizabeth Taylor at work” dell’artista parigina Giusy D’Arrigo, e infine con la mostra di alcune foto inedite della grande attrice, tra cui alcune insieme a Maria Callas, queste ultime gentilmente donate da parte di Bruno Tosi, Presidente dell’Associazione Culturale Maria Callas.

La serata è stata scintillante anche grazie a una scenografia d’eccezione, sapientemente promossa dalla giornalista Federica Repetto, “comunicatrice” sapiente delle eccellenze del Made in Italy, soprattutto per la loro importanza nell’immagine complessiva del nostro Paese nel mondo, cui hanno contribuito Antonia Sautter, costumista e ideatrice de Il Ballo del Doge – il più esclusivo “ballo in costume” del mondo.

Questo è l’evento glamour tra i più ambiti dal jet-set internazionale, considerato dalla stampa internazionale “una delle prime 10 cose tra le cento da fare nella vita”) che ha esposto alcuni dei suoi più preziosi costumi dedicati alle Regine del passato, della leggenda e dell’immaginazione.  Sara Marchi, che ha esposto alcune bottiglie, formato magnum, del Prosecco della sua tenuta Cantina Ruzzini, raffiguranti gli occhi bellissimi dell’attrice quando interpretava Cleopatra (occhi realizzati tramite la tecnica mista, con collage, dal maestro Ludovico De Luigi), e infine Orietta Soldo, che ha esposto i bellissimi gioielli di cui è produttrice, in ricordo della passione sfrenata della Diva per i preziosi.

A quasi sei mesi dalla scomparsa della grande diva di Hollywood, sono tanti i tributi doverosi di questo grande personaggio.

 

 

Commenti (1)

  1. Sono felicissimo per il successo della serata omaggio a Elizabeth Taylor.
    Unico rammarico non essere stato presente, in qualità di autore del primo libro edito in Italia sulla vita e la carriera dell’attrice, in edizione italiana e francese ” I film di Elizabeth Taylor” Gremese editore, avrei potuto dare un contributo “d’amore e di passione” per questa meravigliosa attrice e benefattrice.
    Purtroppo in Italia la diffusione delle notizie nel campo della cultura è sempre difficoltosa e certo non sarà stato facile per gli organizzatori reperire tutte le notizie “fresche” di stampa sulle pubblicazioni che la riguardano e dunque sarà sfuggita la mia pubblicazione, che approfitto per condividere con voi e per ricordare a tutti gli appassionati.
    Approfitto anche per chiedere quale sarà la diffusione del documentario presentato per potere chissà avere la possibilità di vederlo o acquistarlo se sarà editato.
    Ringraziando per l’attenzione porgo i miei più cari saluti a tutti e spero che gli omaggi a questa indimenticabile protagonista della storia del cinema contiunuino sempre.
    Claudio MANARI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.