Manovra Monti sul lusso: superbollo per le auto e le barche potenti

di Giulia Ferri Commenta

La manovra del nuovo governo Monti sta facendo discutere per i metodi con cui si vogliono tassare i c.d. beni di lusso. In particolare è la tassa sugli yacht a far discutere, soprattutto la Sardegna che vede nella Corsica una potenziale concorrente.

Ma quanto si paga e come viene calcolata la nuova imposta? Anzi, tanto nuova non è, visto che si tratta di pagare il comune bollo per le auto e le barche. solamente che, se il veicolo supera i 185 KW di potenza si pagherà un’addizionale di 20 euro a KW. Per quelle auto che superano i 225 KW la tassa raddoppia.

Insomma il decreto Salva Italia rischia di essere una mazzata all’indirizzo delle auto di lusso e dei loro proprietari che potrebbero arrivare a pagare fin due mila euro. Ma per la nautica da diporto, che è in ripresa ma non sta vivendo sicuramente un periodo felice, il decreto fa ancora più discutere.

Qui è la lunghezza dell’imbarcazione che cresce proporzionalmente alla tassa. Sopra ai 10 metri si pagherà una tassa di stazionamento di 5 euro al giorno, fino ad arrivare a 703 euro per le imbarcazioni superiori ai 64 metri. Conti alla mano, a maggio chi vorrà stazionare in un porto con il suo megayacht pagherà la cifra considerevole di oltre 5 mila euro.

Anche gli aeromobili nel mirino della manovra Monti: qui il paramentro sono i Kg. Si paga 1,5 euro a chilo con peso massimo al decollo non superiore alla tonnellata. Oltre le 10 tonnellate la tassa è di 7,55 euro. Per gli elicotteri si pagherà il doppio, mentre per mongolfier, alianti, autogiri, motoalianti e alianti la tassa è addirittura di 450 euro a kg. Bisogna considerare che sono mezzi di trasporto aerei leggeri. Ad appesantirli ci pensa la tassa.

Secondo voi è giusto tassare in questa maniera i beni di lusso o potrebbe essere un boomerang che si ritorce contro un settore che interessa molto l’Italia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.