Eur di Roma: 4 piano per la mostra permanente del Made in Italy

di Redazione Commenta

Spread the love

Palazzo della Civiltà Italiana all’Eur, edificio rimesso a nuovo dopo un lungo periodo di restauro, tra un anno, sarà destinato all’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi, mentre 4 piani, verranno impiegati per il Made in Italy.

Il palazzo terrà una mostra permanente sulla manifattura e design italiano, e dopo aver accantonata l’idea di far partire da lì il Gran Premio di Formula 1, è stato deciso di riqualificare la zona per i soli cittadini.

Pierluigi Borghini, presidente di Eur Spa ha detto:

«Abbiamo investito 16 milioni di euro nostri, 14 milioni di euro in collaborazione con ministero per i Beni Culturali per renderlo operativo. Per la destinazione finale serviranno ulteriori 3,5 milioni di euro e circa 15 milioni di euro di fondazione Valore Italia e MiBac. Un’opera di interesse storico e culturale non solo per la nostra città ma per il nostro Paese. Esso è uno dei simboli dell’Eur. Come è noto la sua costruzione iniziò il 1938 e due anni dopo, seppur non fossero terminati i lavori, fu inaugurato. Da allora è considerato un’icona architettonica del Novecento romano e un modello esemplare della monumentalità del quartiere».

A tagliare il nastro e presentare l’opera insieme all’ingegner Herzallà ci sarà il sindaco di Roma Gianni Alemanno, l’ex assessore alla Cultura Croppi e il sottosegretario Giro.
Alemanno, ha detto:

un grande cambiamento: c’è in atto una trasformazione che renderà questo il quartiere fieristico, congressuale, espositivo di Roma, la vetrina più bella e proiettata alla modernità, senza trascurare la vivibilità del quartiere.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.