Bugatti Veyron Super Sport: un milione e mezzo di euro spesi bene

di Giulia Ferri Commenta

Dopo Ginevra, Bugatti torna a far parlare di se al Salone dell’Auto di Shanghai con due modelli davvero unici. Si tratta della Bugatti Veyron Grand Sport White Matt Blue Carbont e Bugatti Veyron Super Sport Black Carbon, quest’ultima versione non dipinta per mettere in risalto la carrozzeria quasi interamente in fibra di carbonio.

Cos’hanno di speciale questi super bolidi? E’ vero che le forme estetiche sono rimaste molto fedeli allo stile della Bugatti solamente un po più “gran turismo”, ma queste derivazioni della Super Sport hanno battuto il record della soglia dei 400 km/h di velocità massima. Per la precisione La Bugatti Veyron Super Sport Black Carbon arriva a 415 km/h mentre la Bugatti Veyron Grand Sport White Matt Blue Carbon a 407 km/h.

Il motore utilizzato è un potentissimo 8.0 W16 quad-turbo da 1 001 cv. Pensate che questo propulsore è perfino limitato dall’elettronica visto che in prova la Super Sport ha raggiunto i 431 km/h. E pensate che le ragioni del limite divelocità massima di questa supercar è dettata da esigenze che non riguardano la vettura nella meccanica ma nei pneumatici che potrebbero rovinarsi!

La Veyron passa da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi con un’accelerazione media di 1,01 g: un valore non eguagliato da nessun’altra vettura omologata, superiore perfinoalla SSC Ultimate Aero TT, prodotta dall’americana Shelby Super Cars con cui si contende a colpi di record la velocità massima mai raggiunta. LA Bugatti Veyron Super Sport raggiunge, sempre da ferma, i 200 e i 300 km/h rispettivamente in 7,3 e 16,7 secondi.

Oltre alle prestazioni estreme Bugatti ha dedicato un occhio di riguardo design: Gli interni blu presentano alcuni dettagli in alluminio, così come la carrozzeria e l’abitacolo estetico ha forti richiami al blu: i cerchi in lega e su alcuni elementi in fibra di carbonio.

Questi esemplari unici sono stati venduti entrambi a due asiatici alla cifra astronomica di 1 500 000 dollari, cifra che addirittura appare irrisorianse confrontata con il primo esemplare della serie, venduto a Pebble Beach a 2 200 000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.