L’apparecchio per i denti in oro e diamanti

di Sara Mostaccio Commenta

Una dentista di Beverly Hills propone ai suoi ricchi pazienti apparecchi per i denti in oro e diamanti per scintillare anche durante la cura.

Solo a Hollywood si può vedere una cosa simile, eccessiva e lussuosa fino a diventare più che appariscente, addirittura pacchiana: ecco l’apparecchio per i denti in oro. Se proprio bisogna raddrizzare i denti dei ricchi, avrà pensato il dentista che ha messo a punto la proposta deluxe, tanto vale che si faccia con il massimo dello sfarzo.

apparecchio per i denti in oro

L’idea è stata di Mahtab Partovi, ortodonzista di Beverly Hills che propone alla sua ricca clientela la possibilità di declinare il classico apparecchio per i denti in oro a 24 carati per la modica cifra di 25.000 dollari. Così il sorriso scintilla ben prima di ritrovare la splendida perfezione di una dentatura ben diritta.

A richiesta si può avere un apparecchio ancora più lussuoso, s’intende, non solo con le parti metalliche placcate in oro ma addirittura decorato con veri e propri diamanti su ogni attacco, tanto per rendere il sorriso ancora più brillante ancorché poco attraente quando siamo costretti a portare un apparecchio ortodontico.

I ricchi clienti del ricco dentista possono indubbiamente permettersi la spesa personalizzando l’apparecchio. Se non altro, durante i mesi di sofferenza richiesti dal processo, un apparecchio lussuoso come questo darà a chi lo indossa la soddisfazione di un gioiello. Un gioiello insolito, è vero, ma chi potrebbe mai definirlo diversamente se è in oro e diamanti?

La dentista di lusso offre un vero e proprio menu tra cui scegliere i diversi modelli, i materiali e gli elementi decorativi del proprio apparecchio deluxe: oro, pietre preziose, addirittura l’apparecchio invisibile Invisalign incrostato di diamanti, con ciò annullando il vantaggio della sua invisibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>