Forbes Travel Guide 2016 premia gli hotel migliori del mondo

di Sara Mostaccio Commenta

Forbes Travel Guide 2016 ha assegnato i premi agli hotel a 5 stelle migliori del mondo. In tutto sono 154 gli alberghi che hanno ricevuto il premio Five-Star 2016, tanto prestigioso quanto ambito perché rappresenta un riconoscimento importante.

forbes-travel-guide-2016

Gli alberghi di lusso italiani hanno fatto incetta di premi a 5 stelle conquistandone ben 8. L’Italia quest’anno è stata anche sede della premiazione che ha scelto la città di Milano per la presentazione dell’edizione numero 58 della sempre tanto attesa rassegna.

In Europa è stata l’Italia ad ottenere il maggior numero di premi, in totale 31: otto i nuovi alberghi a 5 stelle, ben quindici quelli a 4 stelle, sette inclusi nella categoria recommended e una spa a 4 stelle. Stravince Roma che vede la promozione a 5 stelle dell’Hotel de Russie, dell’Hotel Eden, dell’Hotel Hassler Roma e del J.K. Place Roma. A Firenze sono andati tre premi a 5 stelle, assegnati al Four Seasons Hotel Firenze, all’Hotel Savoy e al Portrait Firenze. A Milano ha ricevuto il premio Five Star solo il Mandarin Oriental e il suo general manager Luca Finardi se ne dice entusiasta:

“Siamo particolarmente onorati di aver ricevuto una nuova approvazione internazionale nei riguardi del nostro lavoro e del nostro hotel, che si posiziona a pochi mesi dall’apertura come un’eccellenza mondiale e soprattutto milanese, essendo l’unica struttura in città ad aver ricevuto le Five Star Forbes. Siamo certi che questo premio sarà il punto di partenza per confermare ogni giorno e migliorare ancora di più la qualità dei nostri servizi.”

L’Italia è entrata per la prima volta nella competizione di Forbes Travel Guide e ha già conquistato un ragguardevole numero di riconoscimenti. Un inizio senza dubbio promettente che conferma quanto l’ospitalità italiana sia in grado di raggiungere vertici di eccellenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>