Tessuto foto sensibile – la sperimentazione continua

di Redazione Commenta

Novità nel mondo della tecnologia legata al tessuto: dei ricercatori americani stanno sperimentando una stoffa in grado di acquisire immagini attraverso fibre sensibili alla luce.

I primi test sono andati a buon termine, tra qualche anno potremo fotografare l’ambiente senza macchina fotografica.

Il tessuto che i ricercatori hanno creato è in grado di rilevare la lunghezza d’onda e la relativa direzione della luce che colpisce, tutto questo grazie al posizionamento di sensori in fibra ottica che coordinano dei segnali elettrici che inviano quando sono illuminati.

Yoel Fink, del Massachusetts Institute of Technology è il supervisore della ricerca e parte da uno studio vecchio che già aveva portato alla realizzazione di sensori lunghi e flessibili utilizzati per misurare la temperatura utilizzati, ma solamente in dimensioni più grandi, in tessuti per i soldati o per le persone che lavorano in ambienti poco tranquilli.

Dopo anni, il team è riuscito a realizzare un piccolo tratto di fibra di 25 millimetri di polimero (macromolecola plastica di provenienza sintetica), in fibre ancora più sottili in modo da consentire l’utilizzo di sensori foto sensibili.

Questa notizia è stata data presso la rivista statunitense Nano Letters, dove si parlava di come la squadra di Fink sia riuscita a realizzare 0,1mq di tessuto. C’è ancora molta strada da fare, ma la scienza sa sempre darci la giusta risposta in breve tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.