Tartufo nero a Bagnoli Irpino fino al 31 ottobre 2011

di Giulia Ferri Commenta

Il tartufo nero, eccellenza di cui si sta parlando tanto per i prezzi che stanno salendo alle stelle a causa di un autunno anomalo, sarà protagonista a Bagnoli Irpino che si prepara a celebrare la mostra mercato del tartufo nero e dei prodotti tipici e 34esima sagra della castagna.

Fino a lunedì 31 ottobre si alza, infatti, il sipario sull’edizione 2011 della manifestazione gastronomica: uno degli eventi autunnali più attesi in Irpinia ed in Campania. Ma non solo.

Cresce sempre più il target straniero, sia europeo che d’oltreoceano, visto l’interesse di svizzeri, tedeschi ed americani a prendervi parte. Protagonista della tavola sarà il tartufo: il re nero di Bagnoli, eccellenza fra le produzioni spontanee del sottobosco locale. Ed a lui e alla sua regina la castagna, che la bella cittadina altirpina, centro campano più importante di commercializzazione del tartufo e paese membro dell’Associazione nazionale “Città del tartufo”, vuol rendere omaggio con una quattro giorni espositiva che mette in vetrina, in un ghiotto festival del gusto, i due prodotti tipici proposti nei modi più svariati.
Organizzata dalla Pro Loco Bagnoli-Laceno, diretta dal presidente Francesco Pennetti, e patrocinata dall’Amministrazione comunale del paese altirpino amministrata dal sindaco Aniello Chieffo, la kermesse, in collaborazione con il Consorzio Turistico Bagnoli-Laceno presieduto da Gerardo Stabile, va oltre, offrendo anche un pacchetto unico che metterà in relazione virtuosa la cucina tipica con il turismo artistico e naturalistico per ammirare, con tour guidati, il patrimonio storico, gustare i sapori, e sentire, dal punto di vista olfattivo e uditivo, i profumi e il silenzio degli incantevoli habitat paesaggistici che circondano Bagnoli.
Ricco il programma della giornata iniziale.

Start, questa sera alle 18.30, con la sfilata di costumi tipici e lettura della “Licenza di Pubblica Adunanza” che daranno il via alla manifestazione. Subito dopo, alle 18.45, l’Associazione micologica campana “Il Bosco”, inaugurerà la mostra sui funghi, in programma fino a domenica, con l’illustrazione delle specie esposte. Alle 19.00, poi, l’apertura degli stand gastronomici dove si potrà degustare fino a tarda notte i piatti della tradizione locale. Il tutto arricchito da suoni e musica popolare che animeranno vicoli e piazzette del paese per l’intera durata della rassegna.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.