Cioccolato in Mostra: un piacere per il palato!

di Redazione Commenta

Il cioccolato, oltre ad essere uno dei prodotti gastronomici più amati, è anche l’emblema dell’arte culinaria Piemontese. Alba oltre ad essere la cittadina che ospita ogni anno mostre sul tartufo, quest’anno vede protagonista, grazie alla Regione Piemonte e alla Fondazione Ferrero, la mostra sul Cioccolato – Dai Maya al XX secolo. La mostra che si terrà dal 19 ottobre al 18 gennaio 2009, è a cura di Fabrizia Lanza e Andreaina D’Agliano.

La mostra racconta la storia del cioccolato dalla popolazione dei Maya ai giorni nostri, di come è nata la bevanda degli dei Cacahualt, attraverso atmosfere, suoni e profumi, reperti del tempo e con le prime testimonianze della scoperta del nostro amato cioccolato nel mercato Europeo. Tutta l’esposizione verterà sull’evoluzione e lavorazione del cioccolato dal 1700 al XX secolo, dal propagarsi della cioccolata in europa tramite la Spagna e da come da bevanda ad uso medicinale, sia passata ad essere bevanda alla moda.

Dipinti dell’epoca ci confermano che sia i nobili, borghesi e religiosi non siano riusciti a sottrarsi a questa squisita bevanda, oramai divenuta un rituale. Dal 1800 in poi la mostra spiegherà, come attraverso lo sviluppo industriale, il cioccolato diventa un piacere per tutti, anche per le classi meno abbienti e, attraverso macchinari storici, immagini dell’epoca e film, scopriremo come il cioccolato sia diventato una vera e propria “droga” del XXI secolo, diventando una passione per tutti i gusti.

La parte della mostra dedicata al 1900, vede come protagonista il cacao, attraverso grandi artisti come Fortunato Depero, Federico Seneca e Leonetto Cappiello. Dpo di loro il cioccolato viene pubblicizzato attraverso marketing, moda e film. Il cioccolato è un piacere quindi se siete amanti di esso correte numerosi alla mostra e portatevi cucchiai supergrandi: il palato va saziato Ad Hoc!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.