Notte degli Oscar 2021: vince il film “Nomadland” di Chloè Zhao

di Sonia Pesce Commenta

Vince Nomadland il film americano con regia cinese

Nomadland, vince l’Oscar come miglior film: premiata la regista cinese Chloè Zhao e la protagonista del film, l’interprete Frances McDormand. Il film racconta di una comunità nomade che tenta di riappropriarsi degli spazi americani. E’ una storia di resilienza, di forza e coraggio, è la storia di una comunità tradizionale che vuole conservarsi a tutti i costi. E’ a queste persone che il film è stato dedicato: la protagonista, al ritiro della statuetta, lancia un messaggio a tutti: “Andate a vedere il film sui grandi schermi”. Il suo invito, è in realtà un inno alla cultura, all’omaggiare i grandi film e la potenza del grande schermo.

 

Frances McDormand viene premiata per la terza volta con l’Oscar: è un record assoluto, battuto solo dalla Hepburn, che nella sua lunga carriera ne ha vinte quattro. E’ un grande successo per una grandiosa attrice che festeggia il suo meritato successo in un momento storico in cui un Oscar, è ancora più sentito. Una notte degli Oscar diversa, quella di questo 2021, dove attori, produttori e registi, sono stata rigorosamente tamponati e controllati, per accedere al ritiro del premio, ma non sono mancarti i collegamenti con attori e registi da ogni parte del mondo. Ritira il premio a distanza Anthony Hopkins, per The Father, 29 anni dopo Il silenzio degli Innocenti. E’ l’attore più anziano a ricevere l’Oscar e anche uno dei più grandi interpreti della storia della cinematografia tutta.

 

Tyler Perry, vince l’Oscar come miglior attore umanitario, per essersi occupato dei senzatetto durante il periodo più complesso della pandemia.

Premio come migliore attrice non protagonista, va alla straordinaria interprete Yoong-Yeo-Jeong, coreana di origine, premiata per la sua interpretazione nel film Minari. A consegnare il premio è Brad Pitt: l’emozione della donna è incontenibile e dichiara: Non avrei mai potuto immaginare di ricevere questo premio nella mia vita”.

Il miglior montaggio viene premiato da Harrison Ford, ed è quello di Sound of Metal, mentre il miglior cartoon e la miglior colonna sonora, sono del film d’animazione “Soul”.

L’italia esce delusa da questa notte degli Oscar: battuta sia per la candidatura al trucco e parrucco del film Pinocchio di Matteo Garrone, che per la colonna sonora del film di Edoardo Ponti, “La vita davanti a sé”, che gareggiava con la canzone di Diane Warren e Laura Pausini, “Io si”. La cantante italiana, canta sul tetto la sua canzone, e felice ritorna a casa, nonostante la sconfitta da parte di H.E.R, che ha interpretato Fight for you”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.