Battuta per 400 mila dollari, una maschera aborigena canadese

di Benedetta Guerra Commenta

Il Canada purtroppo si è visto rubare dalle mani un manufatto di grande valore e appartenente alla sua storia. Si tratta della maschera “della Zanzara” realizzata in legno è di origine aborigena, battuta all’asta da Christie’s per 400mila dollari nonostante la stima iniziale fosse di 40mila dollari. Purtroppo per il Canada, l’acquirente della maschera è un collezionista privato europeo che è riuscito a sottrarla a un mandatario del Canada durante l’asta.

Il Paese è a terra poiché la maschera, che ha 150 anni è opera della popolazione Tlingit, una tribù indigena del Canada, è per questo che il governo canadese l’aveva presa di mira, per poterla riavere poiché è un manufatto di grande valore artistico e storico.

La scultura era un lotto ambito, ma nel corso dell’asta un collezionista europeo appena è stato presentato il lotto, ha fatto l’ offerta di 400mila dollari che nessuno a controbattuto aggiudicandosi così, la maschera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.