Cuba: apre il primo centro commerciale di lusso

di AnnaMaria Commenta

Nel cuore de L’Havana ha aperto il primo centro commerciale di lusso dell’isola di Cuba. Il primo maxi centro commerciale di lusso si chiama Manzana de Gomez e al suo interno può contare negozi di lusso di brand famosissimi nel mondo, come Mont Blanc, Bulgari, Lacoste e tantissimi altri.

> WESTFIELD STRATFORD CITY, IL CENTRO COMMERCIALE PIU’ GRANDE D’EUROPA

Se è vero che Cuba è una meta molto gettonata dai turisti di tutto il mondo è anche vero che tra la popolazione locale sono tantissimi i problemi e i cubani affrontano problemi enormi a causa delle periferie malfamate e degli stipendi troppo bassi. Ecco perchè i cubani sono rimasti a dir poco storditi dai prezzi esorbitanti esposti dei prodotti in vetrina, che se rapportati ai loro stipendi sono davvero alle stelle. Alcuni hanno accolto l’apertura del centro commerciale positivamente ma la gran parte ha dato un giudizio negativo a questa novità.

> MAPPAMONDO: VIAGGI IN MESSICO E CUBA

Cuba, nazione fondata sul concetto dell’uguaglianza sociale, ospita quindi per la prima volta un tempio del capitalismo all’Occidentale, un vero e proprio palazzo del lusso che al suo interno può vantare anche la presenza di un hotel a 5 stelle. Se consideriamo che lo stipendio medio di una commessa è pari a circa 12 dollari e mezzo al mese, si capisce al volo quanto la presenza del centro commerciale e dei suoi prezzi sia straniante per la popolazione.

A pochi chilometri dalla struttura, a un passo dal centro commerciale, i cubani ogni giorno fanno i conti con povertà, fame, spazzatura, malnutrizione eppure secondo le stime dell’ultimo anno, il Paese ha superato i 3 milioni di turisti. Ed ovviamente è soprattutto a loro che potrà interessare l’offerta del centro commerciale di lusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>