Vip, ecco le loro spese folli

di Benedetta Guerra Commenta

I vip, anche se non sembra, hanno una vita dura e laboriosa, sempre in giro, tra interviste, programmi tv, tour o sul set di qualche film hollywoodiano (beati loro), servite da centinaia di assistenti, spesso e volentieri trattati anche male e con uno stipendio misero.

Quando finiscono di lavorare sentono il bisogno di viziarsi attraverso lo shopping sfrenato e acquistando oggetti e abiti di lusso.

La più viziata tra tutte à Victoria Beckham, vista in un sexy shop di Beverly Hills dove ha speso per la biancheria intima circa 4500 dollari.

Miley Cyrus, la giovane cantante ed attrice è riuscita a spendere per la lingerie circa 3 mila dollari.

La formosa Beyoncé, si è fatta tentare da un paio di attillati pantaloni ricoperti d’oro firmati Balenciaga. La moglie di Jay Z ha dovuto sborsare ben 100mila dollari (Oh My God!) per sfoggiare i leggins durante i BET Awards.

La coppia Katie Homes e Tom Cruise ha speso circa 5mila dollari per la piccola Suri con una torta di compleanno a quattro strati. Roba da pazzi!

Mariah Carey e il marito Nick Cannon, ha pensato di traslocare in un’umile dimora costata circa 125milioni di dollari. la villa dispone di 15 camere da letto, campo da tennis professionale con tanto di spalti, un garage da nove posti auto e una spa. Una casetta da 4 soldi e leggermente di lusso!

La prezzemolina Paris Hilton vagando per la città si è resa conto che le mancavano lenzuola e cuscini. Spendendo 7mila dollari del suo cospicuo conto in banca, ereditiera ha portato a casa lenzuola e cuscini nel famoso negozio Bed, Bath and Beyond.

Vogliamo parlare di gioielli? Russel Brand ha regalato a Katy Perry un anello del valore di 120mila dollari, mentre Heidi Klum ne sfoggia uno da 150mila e Hilary Duff ha un anello da 14 carati costato 1milione di dollari al fidanzato Mike Comrie.

fonte panorama

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.