Rubato un quadro di Van Gogh in Egitto, dal valore di 55 milioni di dollari

di Benedetta Guerra Commenta

Uno dei dipinti più preziose del mondo, un Van Gogh del valore di $ 55 milioni, è stato rubato sabato scorso dal Museo del Cairo, dove è stato esposto.

Il dipinto, conosciuto come “Papaveri” è stato rimosso dal suo telaio dal Mahmoud Khalil Museum durante il giorno in cui, secondo le dichiarazioni del procuratore Abdel Meguid Mahmoud, solo 7 di 43 telecamere erano in funzione, tenendo presente che tutti gli allarmi sono stati bloccati.

Il procuratore non ha esitato a spiegare che le misure di sicurezza presso il museo erano “inadeguate”.

Il procuratore generale egiziano ha ordinato la detenzione in seguito di cinque dirigenti del Ministero egiziano della Cultura, nell’ambito delle indagini e tra di loro c’è Mohamed Shaalan, capo del Dipartimento delle Arti e vice segretario di Stato presso il Ministero della Cultura, oltre che il capo del censimento, e durante l’indagine non ha neppure verificato la presenza delle opere.

Tre agenti della sicurezza sono stati imprigionati per aver abbandonato i loro posti per andare a pregare. In effetti, è stato durante il momento della preghiera del mezzogiorno che il furto si è verificato, secondo gli investigatori.

In un’intervista al quotidiano Al-Ahram, Mr. Hosni ha affermato che sono sicuri che tavola da63 centimetri per 57, non potrà essere venduta. Ha aggiunto che l’Interpol è stata informata del caso attraverso il Ministero degli Interni.

Il dipinto, che è già stato un furto nel 1977, prima di essere trovata nel 1978, è stata esposta insieme alle opere di Monet, Renoir e Degas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.