Fitobalneoterapia, i bagni di fieno sono di moda

di Redazione Commenta

Alla ricerca del relax? Provate con i bagni di fieno, vere e proprie immersioni in erba fresca in via di fermentazione. Durante questi trattamenti, a temperatura si raggiungono valori tra i 40 e i 70 gradi stimolando così una forte sudorazione.

Il segreto di questa cura sono le piante officinali contenute nella miscela di erbe. Il caldo umido che si sprigiona dal fieno permette che i principi attivi contenuti in tale erbe vengano efficacemente assorbiti dall’organismo.

Questa terapia, conosciuta come fitobalneoterapia, deriva dall’usanza dei contadini di riposarsi dalle dure fatiche della giornata dormendo proprio nel fieno tagliato per le mucche.

Come funziona il trattamento? Ci si immerge a corpo nudo, eccetto la testa che viene protetta. Poi, avvolti da coperte, ci si sitema su un lettino di reazione in una sala calda attigua a quella dei bagni.

La sudorazione lascia un senso di benessere che dura per tutto il giorno. Un ciclo di fitobalneoterapia, inoltre, si compone in media da dieci sedute e alla fine del trattamento ci si ritrova vitali e pronti per affrontare òle giornate con una maggiore forza.

Gli effetti benefici si riscotrano in caso di artrosi, forme infiammatorie articolari post-traumatiche, forme infiammatorie blande, spasmi muscolari (contratture), rigidità articolari, reumatismi non in fase acuta, fibromialgia e malattie osteoartrosiche.

Bagni di fieno in Italia? Certo che sì. Nelle valli del trentino e dell’Alto Adige, ad esempio, da sempre si ricorre all’erba dei prati per combattere i dolori delle ossa. E sono molte le specie di erbe che forniscono un fieno prezioso. Qualche esempio: pulsatilla, trifoglio, piantaggine, pilosella, primula, genziana, arnica, mirtillo.

Molti conosciuti anche i bagni di fieno proposti dai trattamenti Höbe Pergh, effettuati grazie ad un particolare letto a vapore studiato per permettere agli esperti del settore di praticare i bagni di fieno con la possibilità di regolare il vapore in vari settori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.