Ferrari e Ralph Lauren: passione infinita

di Giulia Ferri Commenta

Lo stilista americano Ralph Lauren è un accanito ferrarista tanto che, essendo appassionatissimo di auto d’epoca su 17 bellissime fuoriserie ben 5 sono del Cavallino Rampante. Tra quelle che ha posseduto e quelle che ha ancora può annoverare dei bellissimi modelli molto rari: , una Daytona Spider, una 250 LM, una 250 GT Berlinetta e perfino un prototipo, la P2/3 alla F40. E più recentemente una F355, una 360, una F430, una 458 Italia e una GTO.

In un’intervista di Antonio Ghini per l’Official Ferrari Magazine, che gli chiedeva cos’era per lui il buon gusto, Ralph Lauren ha risposto:

Non mi occupo di moda io, ma di stile. C’è una differenza enorme. I miei prodotti si rifanno a un’eleganza senza tempo, vanno avanti e non diventano mai datati. E la cosa curiosa è che per la Ferrari vale un concetto molto simile. Credo che la Ferrari abbia mantenuto la propria immagine e il marchio lavorando costantemente sulla qualità di ciò che costituisce l’Azienda. Così nasce questo progetto, e i progetti diventano dei classici. Mi dedico con impegno alla realizzazione delle mie collezioni, ma diventano dei classici nei guardaroba delle persone; diventano quegli oggetti dei quali dici, quando arriva il momento <> c’è il desiderio di tenerli, quei capi. Le Ferrari, se non altro nella mia esperienza, migliorano con l’età. Sono sempre emozionanti, nuove, teatrali, ma poi diventano classiche. Non è poco.

Oltre a tante Ferrari, nella sua collezione c’è una Mercedes-Benz SSK Count Trossi del 1930 una Bugatti Type 59 Grand Prix del 1936 (entrambe vincitrici a Le Mans), un’Alfa Romeo 8C 2900MM e una Bugatti 57S Atlantic, entrambe del 1938, una Porsche 550 Spyder del 1955, una Jaguar XKSS del 1957, e una McLaren F1 LM del 1996, molto simile a quella che qualche giorno fa Rowan Atkinson, alias Mister Bean, ha distrutto in un incidente stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.