Cristophe Brunnquell e la Carte Blanche in collaborazione con Sportmax

di Benedetta Guerra Commenta

Il 2 Aprile si è svolta la presentazione ufficiale di Carte Blanche, uno dei tanti progetti annuali che prevedono collaborazioni artistiche, che è iniziato con tre capi d’abbigliamento in limited edition disegnati da Cristophe Brunnquell insieme ai designer di Sportmax.

Cristophe in un intervista avuta presso la rivista Marieclaire ha così dichiarato:

Mi hanno dato carta bianca questo è importantissimo: l’artista deve essere libero di esprimersi senza condizionamenti, altrimenti ogni tipo di collaborazione è inutile.

Poi parla delle altre firme di lusso:

Prendi Vuitton per esempio, è uno dei marchi che più rappresenta l’idea di lusso, eppure tutte le sue partnership sono agli antipodi del concetto di luxury. Lo stesso Marc Jacobs lo è. È così che la moda va avanti, gli artisti non devono sentirsi “costretti” nè dalla situazione (specialmente quella economica) nè dall’andare incontro al brand. Per questo progetto mi piaceva l’idea di creare dei “mostri”: qualcosa di completamente diverso dall’immagine di Sportmax e che quindi provocasse una specie di shock. La cosa divertente è che all’inizio sembrano dei disegni astratti, un nero su bianco senza un senso preciso, ma quando ci si avvicina e si guarda con attenzione ci si accorge che sono creature mostruose. Hai presente La bella e la bestia? Ecco, è esattamente così

Il succo è che l’artista no deve avere imposizione, l’arte nasce dalla libertà di agire e non dalle restrizioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.