Allarme rapine in gioiellerie: il lusso è un obiettivo sensibile

di Giulia Ferri 2

Ogni qual volta ci è possibile approfondire una notizia riguardo un diamante battuto all’asta, una nuova collezione di gioielli e altre curiosità, siamo sempre lieti di scoprirne di più su questo mondo seducente del lusso.

Questa non è una ragione valida per cui sia meglio sottacere altre notizie che invece ci inorridiscono: oggi parliamo del fenomeno dilagante dei furti e delle rapine nelle gioiellerie.

Le recenti notizie di cronaca, anche se per fortuna dagli esiti non sempre fatali, testimoniano una brutalità che desta costante preoccupazione e che non mette a riparo nemmeno i gioiellieri che si sono forniti della seconda porta blindata.

Le rapine sono ormai all’ordine del giorno, per citarne solo alcune, le ultime ieri mattina in provincia di Genova, dove un uomo armato di pistola si è fatto consegnare un bottino di preziosi dal valore di 40 mila euro.

A Bergamo, terribile esperienza per la titolare di una gioielleria in pieno centro brutalmente aggredita: il valore sottratto si aggirerebbe intorno ai 50 mila euro.

Eclatante furto durante la rassegna Oro Capital alla Fiera di Roma:
Una signora si è finta interessata a un diamante da 100 mila euro ed ha approfittato della distrazione di un commesso per farlo sparire.
L’anno scorso fu un finto addetto a farsi consegnare 2 bauli ognuno da 8 kg di gioielli.

Per fortuna non mancano le rapine sventate e gli arresti effettuati dalle forze dell’ordine, sebbene il recupero dei gioielli rubati non è sempre possibile.

Sono stati assicurati alla giustizia 2 dei 3 rapinatori alla gioielleria nel quartiere Eur a Roma dello scorso maggio, che valse un bottino di 1 milione di euro tra preziosi e orologi.

Nel febbraio scorso a Gela i passanti si sono opposti alla fuga di un rapinatore non esitando a far uso di scope e bastoni.

Non è andata neanche bene ai rapinatori di una gioielleria in provincia di Milano, travestiti da netturbini: il titolare ha reagito esplodendo 5 colpi di pistola che ha ferito uno dei banditi, consentendone l’arresto.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.