Regent Seven Seas Explorer

Regent Seven Seas Explorer nasce dalla collaborazione tra Regent Seven Seas Cruises e Fincantieri con l’azienda Api che ha prodotto la più lussuosa nave in resina italiana. Una colata di ben 9000 metri quadrati di resina riveste promenade, palconi, aree crew, aree sport, riposterie e cucine.

regent seven seas explorer

La resina è un materiale tanto versatile quanto esteticamente piacevole. È sicuro, igienico, resiste nel tempo. Tutte caratteristiche essenzali su una nave che punta sulla massima funzionalità, robustezza, facilità di pulizia e gestione.

Vittorio Magnaghi, General Manager Marine di Api, ha così commentato il progetto:

“Abbiamo realizzato negli ultimi 20 anni quasi 200 lavori, oltre 150 navi passeggeri con pavimenti in resina sintetica di una straordinaria eleganza e resistenza che, se opportunamente tenuti e curati, durano nel tempo. Non a caso, Api è stata scelta da Fincantieri e dall’armatore, prima che la Regent Seven Seas Explorer fosse creata, proprio per le modalità di lavorazione che adotta e per l’appeal delle applicazioni in resina proposte. Nella scelta ha avuto un ruolo fondamentale inoltre, l’attenzione che riserviamo alle specifiche esigenze del cliente.”

Regent Seven Seas Cruises può dunque contare su una nuova imbarcazione lussuosa e ricercata, capace di accogliere 750 passeggeri con cabine attrezzatissima e rifinite, ristoranti, sale spettacolo, spa. Le suites sono ben 375, quella Vip è ampia 360 metri quadrati. La metratura dei balconi raggiunge i 4.882 metri quadrati.

Saranno ben 375 le destinazioni che questa nave toccherà, debuttando prima in Europa e raggiungendo poi mete caraibiche da sogno. Tutto è lussuoso e attento al comfort dei passeggeri e alla loro sicurezza ma studiato anche per essere rispettoso dell’ambiente.

La nuova barca Aston Martin AM37

Era tanto atteso e finalmente è giunto il debutto di Aston Martin nel mondo della nautica: nasce così la prima barca Aston Martin AM37. Si tratta di un piccolo yatch costruito in partnership con Quintessence Yachts, frutto di diversi anni di ricerca e sviluppo sia da un punto di vista meccanico che sotto il profilo estetico.

barca aston martin

Il nuovo progetto è stato svelato a Milano durante la Design Week appena conclusa e ha mostrato altissimi standard qualitativi sotto ogni aspetto: prestazioni, maneggevolezza, comfort, innovazione e stile.

Il modello AM37 è il corrispettivo in acqua dell’auto convertibile della casa automobilistica. Il ponte è in pannelli di fibra di carbonio, come la cabina. La parte posteriore offre spazio ai passeggeri, sia coperto che scoperto, a scelta.

La barca sarà disponibile con diversi motori di varia potenza. Il modello più potente in gamma ha due motori da 520 cavalli e raggiunge la velocità di 52 nodi. C’è anche una versione light che monta due motori da 370 cavalli, per chi vuole un natante più leggero e maneggevole.

Elegantissima la linea che non smentisce l’alto profilo della casa automobilistica nota per il suo design sofisticato e scattante, dall’allure sportiva ed elegante insieme. Il linguaggio costruttivo di questo yatch è il medesimo che riconosciamo tra le creazioni più belle della maison, capaci di combinare lusso e tecnologia.

Non ci sorprenderebbe vedere a bordo di questo magnifico bolide su acqua addirittura l’agente segreto 007, indubbiamente il più famoso del mondo. Piacerebbe di certo molto a James Bond ma piace moltissimo anche a noi.

Yatch di lusso: BD56 di BD Yachts

Torniamo a parlare di yatch di lusso e di un mercato nautico che non è mai stato tanto vivace come in questi anni. Parliamo di BD56 di BD Yatchs, l’ultima proposta dell’azienda spagnola che lancia un prodotto innovativo e interessante.

BD56-di-BD-Yachts

Si tratta di una imbarcazione trasversale perché nasce ibridando le caratteristiche di una barca a vela e quelle di una barca a motore, con l’aggiunta di finiture di pregio e di tutto il lusso che ci si aspetta da uno yatch nato per stupire.

Il nuovo concept unisce i vantaggi dei due tipi di navigazione rivolgendosi ad armatori esigenti che non vogliono rinunciare né alla bellezza di un veliero né alla praticità di un motore. L’idea era dunque quella di proporre l’una e l’altra in una barca caratterizzata da una spiccata personalità.

Lo yatch è lungo 16.66 metri e largo 4.5 metri, riesce dunque ad essere snello e a filare sull’acqua con la velocità richiesta a questo genere di imbarcazione. Non si rinuncia però al lusso che si nota soprattutto sulla bella struttura sovrastante, realizzata a vetrate ripetendo le forme affusolate ed eleganti dello scafo.

La barca presenta tutte le caratteristiche tecniche e tecnologiche di uno yatch di ultima generazione ma in dimensioni compatte. È inoltre realizzata su richiesta e su misura del cliente, attraverso la cura di ogni dettaglio.

I materiali sono all’avanguardia, mutuati da imbarcazioni da gara che hanno affrontato con successo la Volvo Ocean Race e la Coppa America rivelandosi estremamente performanti, robusti e duraturi. Così si ottiene una barca che sa rispondere alle esigenze di lusso e comodità senza rinunciare né alla velocità del motore né alla leggerezza di una vela.

Yatch di lusso: 70 Sunreef Power Violetta

Scopriamo un nuovo yatch di lusso che sembra un raffinatissimo appartamento sull’acqua anziché una semplice imbarcazione: il catamarano 70 Sunfree Power Violetta nasce per accontentare i clienti più esigenti, coloro che alla navigazione chiedono comfort e lusso prima ancora che funzionalità, le quali tuttavia non mancano.

70 sunreef power violetta

Il design futuristico non trascura gli aspetti estetici più piacevoli dai quali farsi coccolare, per esempio nelle spaziose camere da letto che più che cabine sono vere e proprie stanze arredate di tutto punto, complete di quanto serve come se si fosse a casa propria.

Gli interni sono rifiniti con pannelli bianchi dalla texture lucida per dare una sensazione ancora più spaziosa degli ambienti e aumentarne la luminosità. Gli arredi e i tessili sono tutti in tinta, con qualche piccolo tocco d’oro nei dettagli, altro elemento che aggiunge eleganza e luce all’insieme. Le grandi aperture sull’esterno regalano inoltre grande luminosità a spazi che normalmente sarebbero chiusi e senza sbocchi.

Tutti i materiali sono pregiati e ricercati, dai legni alle pelli per il rivestimento degli imbottiti, incluso l’elegantissimo pouf capitonné in una delle camere. Sono perfettamente all’altezza delle aspettative anche le qualità costruttive, sia per quel che riguarda gli interni che relativamente alla struttura esterna, dal taglio moderno e scattante.

Le dotazioni tecniche sono di primo profilo e la funzionalità resta al primo posto anche se l’aspetto estetico non viene mai trascurato ma sempre valorizzato, in ogni più piccolo elemento, che sia pratico oppure semplicemente decorativo. Gli spazi possono offrire ospitalità fino a 11 persone, senza considerare l’equipaggio di 3 uomini.

Barche di lusso, la top 10 delle più care vendute su Ebay nel 2013

SEARAY SUNDANCER SEA RAY  (Custom)

Sono ben pochi i mezzi di trasporto che riescono a dare una sensazione e un’atmosfera di lusso quanto le imbarcazioni, sensazioni che crescono proporzionalmente al crescere delle dimensioni della barca o dello yacht in questione.

Indipendentemente dalla passione per il mare e per le traversate, il possesso di un’imbarcazione è una questione di status symbol, non di esigenza, e i  futuri proprietari non badano certo a spese quando si tratta di acquistarne una. Magari provano a risparmiare utilizzando qualche risorsa on line come Ebay.

Aquariva raggiunge il traguardo di 200 unità

Aquariva, storico 33 piedi Riva nato nel 2000 dalla matita dei designer di Officina Italiana Design, lo studio che si occupa in esclusiva della progettazione di tutte le imbarcazioni della gamma Riva, AYT – Advanced Yacht Technology – centro di ricerca e progettazione navale del Gruppo Ferretti e il team di architetti e designer del Centro Stile Ferrettigroup, è arrivato al prestigioso traguardo di 200 esemplari prodotti, un successo che testimonia il grande valore delle barche Riva.

Norberto Ferretti, Fondatore e Presidente del Gruppo ha dichiarato:

Sono particolarmente affezionato all’Aquariva e sono orgoglioso che proprio questo modello, che più di ogni altro rappresenta l’anello di congiunzione fra il passato ed il presente del cantiere, abbia raggiunto questo importante traguardo