Lacoste e Li Xiaofeng presentanop la Polo realizzata con pezzi di pocellana

di Benedetta Guerra Commenta

Dopo i fratelli Campana, Lacoste ha chiesto all’artista cinese Li Xiaofeng di reinterpretare la sua camicia iconica polo per la 5 ° edizione di Holiday Collector.

Li Xiaofeng è un archeologo, designer o artista
la sua scelta dei materiali non è né il legno, marmo, vetro, vernice o qualsiasi altra questione, preferisce cocci di porcellana rotti recuperati durante gli scavi archeologici, alcuni dei quali risalgono alla dinastia Ming.

Da questi pezzi antichi e preziosi, dà forma ai vestiti tradizionali, dalla giacca alla cravatta, ma anche le uniformi militari, insomma l’arte e la storia, percorrono la strada della continuità verso la modernità.

Questa polo non è portabile, soprattutto perché è la più costosa al mondo, secondo la Lacoste. L’artista ha creato due magliette originali, ma invece di collegare i pezzi di porcellana con un filo, ha fotografato ogni frammento, vale a dire non meno di 251 parti per la polo e 304 pezzi per polo donna, e li ha posti come un puzzle su computer.

Pubblicato con 20.000 copie, la polo sono vendute a 150 euro nel loro sacchetto di seta contrassegnati da un logo rosso Li Xiaofeng Lacoste.

Per quanto riguarda la polo porcellana, è stata esposta il 25 giugno durante la settimana di sfilate di moda a Parigi, il Musée des Arts et Metiers prima di raggiungere Pechino per l’autunno 2010, in occasione della prima mostra organizzata da Li Xiaofeng Red Gate Gallery.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.