Anthony e Gene Johnson, stanno ancora aspettando i 53 milioni di dollari per la vendita del vaso Qing di novembre

di Benedetta Guerra Commenta

Ricordate che nel novembre del 2010 due inglesi avevano ritrovato in soffitta un antico vaso cinese Qing del XVIII secolo, e per guadagnare qualche soldo lo avevano venduto all’asta? Alla fine la vendita era di 53 milioni di sterline, forse l’opera d’arte cinese più costosa venduta all’asta.

Per la coppia Anthony e Gene Johnson, non è tutto come speravano, difatti i soldi ancora non gli anno visti. L’acquirente, quasi sicuramente il miliardario cinese Wang Jianlin, non ha ancora pagato il suo debito ed il vaso rimane in deposito, in attesa che il miliardario si decida di pagare la cifra.

Secondo il giornale DailyMail c’è un collegamento tra l’acquirente del vaso e le alte cariche del governo cinese, che vorrebbero boicottare le vendite all’estero di tesori saccheggiati in passato alla Cina. Cosa succederà alla coppia? Riusciranno a vendere il loro prezioso vaso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.