WabisabiCulture, il benessere giapponese nelle Marche

di Redazione Commenta

Spread the love

Ha aperto le sue porte neanche dieci giorni fa: benvenuti allora a WabisabiCulture, un originale centro benessere che sorge a San Ginesio, in provincia di Macerata.

Una Spa che segue gli antichi rituali giapponesi. Si parte dal tè verde e la rigorosa cerimonia della sua degustazione, passando per la contemplazione e la meditazione spirituale. Ci sono voluti ben sei anni di lavoro affinchè questo progetto prendesse forma e poi una vita autonoma. E così è stato.


Unico in Europa, WabisabiCulture dispone delle due stanze tradizionali giapponesi per la cerimonia del tè di scuola omotesenke: l’Hiroma (la stanza grande del te) composta da 4 tatami e mezzo o più, e il Koma (la stanza piccola del te) realizzata con meno di quattro tatami e mezzo.

Il tè verde, servito nelle classiche ceramiche Hagi, viene utilizzato da almeno 4000 anni ed è stato sempre conosciuto come portatore di salute, tanto da avere importanti proprietà di anti-invecchiamento e anti-cancro, oltre a correggere malattie quali allergie, arteriosclerosi, asma, congestioni e depressione. Addirittura, uno studio eseguito al Karolinska Institute di Stoccolma ha messo in evidenza come il té verde possa bloccare l’angiogenesi, ovvero lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni che servono ai tumori per crescere e formare metastasi.

C’è poi la stanza del bagno caldo Ofuro, legata al tradizionale rito del Giappone antico. Il corpo, grazie alla vasca in legno di Inoki, ritrova il suo giusto equilibrio e gode degli effetti benefici dell’aromaterapia.

Grande attenzione anche ai materiali scelti: dall’antica pietra marchigiana al pregiato legno giapponese, dal bambù al sughero. E per gli esterni è tutto un divenire di ciottoli, pietre e ghiaie. Proprio qui, negli spazi all’aperto, è possibile trascorrere del piacevole tempo passeggiando vicino al laghetto popolato dai variopinti pesci koi, al tempio tantrico di Kalacakra di tradizione buddista tibetana, o ammirando le statue dei Buddha e le Thangke.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.