Da CanadaMark, il diamante etico e sostenibile

di Benedetta Guerra Commenta

Care donne e uomini, ecco un diamante che è simbolo della purezza, unico, perfetto e brillante. Purtroppo e nonostante sia stata fatta una legge per prevenire determinate infrazioni sull’estrazione, c’è sempre il rischio di acquistare un “blood diamond” un diamante insanguinato che proviene da zone di guerra dell’Africa Centrale, molto spesso venduto per finanziare battaglie interne o estratto violando i diritti dei lavoratori.

Siccome nessuno vuole donare come pegno di amore qualcosa che ha causato morte e distruzione, la soluzione viene dal Canada. Grazie ad un numero seriale e una foglia d’acero che vengono incisi con il laser sui diamanti, viene certificata la provenienza, secondo le regole del CanadaMark.

Il CanadaMark garantisce la provenienza dai territori del nord ovest canadesi, ed il rispetto dei diritti dei lavoratori, oltre che la sostenibilità ambientale del processo di estrazione e di lavorazione.

Nel bel paese, i diamanti canadesi sono distribuiti dalla Gioielleria Belloni di Milano, che da anni sostiene progetti di solidarietà internazionale e nella scelta di materie prime etiche per i suoi prodotti.

fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.