La villa più costosa d’America: vale 250 milioni di dollari

di AnnaMaria Commenta

E’ in vendita in Florida la villa più costosa d’America: vale 250 milioni la splendida proprietà di Beverly Hills. Si tratta di una lussuosissima abitazione dedicata ai veri amanti dell’eccesso che ha praticmente cambiato il concetto di immobile lusso con le sue caratteristiche: undicimila metri quadrati, 12 stanze da letto, ventuno bagni, cinque bar, tre cucine da gourmet.

 

L’immobile da record è stato fatto costruire dal costruttore Bruce Makowsky, che per realizzarla ha dovuto impiegare il lavoro di quasi 300 persone, per un’opera che è durata quattro anni. Questa villa non è la più grande casa di Bel Air, ma di sicuro è quella che costa di più e oltre ad un arredamento da veri nababbi, conta anche una stanza massaggi e una spa, una palestra, due cantine, una “stanza per le caramelle” e una piscina da 25 metri. E nel prezzo è compreso anche un elicottero privato con pista di atterraggio, una pista da bowling e una sala cinematografica da 40 posti come si conviene ad una villa che si trova nei pressi di Hollywood.

> VILLA CASABLANCA, LA PIU’ LUSSUOSA DEL SUDAFRICA

La costruzione extra lusso ha battuto ogni record del mercato immobiliare americano: è attualmente la casa più costosa d’America e può annoverare tra i suoi arredi collezioni d’arte e auto d’epoca e millecinquecento metri quadrati di area intrattenimento.

> MARYL STREEP VENDE LA SUA LUSSUOSA VILLA DI LOS ANGELES

“Volevo ridefinire il significato di extra lusso” ha spiegato Makowsky e pare proprio che ci sia riuscito. L’idea di business di Bruce Makowsky è molto semplice: se ci sono persone così facoltose da poter spendere milioni di dollari per elicotteri privati e yatch di lusso, ci sranno sicuramente persone interessate ad acquistare una villa di lusso da utilizzare come residenza primaria.

Ma questa non è una casa di lusso come tutte le altre, infatti secondo Forbes il prezzo della villa batte di oltre cinquanta milioni le case più costose degli Stati Uniti come il “Manor”, la residenza di Los Angeles del produttore tv Aaron Spelling che vale circa duecento milioni o la villa “Playboy” a Holmby Hills sempre in California, quest’ultima andata sul mercato per duecento milioni di dollari ma poi venduta poi per circa la metà di quel prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>