Tartufo Bianco d’Alba, quanto costa e come servirlo

di Benedetta Guerra Commenta

Siamo in piena stagione del Tartufo bianco d’Alba (tuber magnatum pico) considerato il migliore al mondo. Per chi non lo sapesse, la dimensione media è di circa 50 g e ciascuno è numerato e certificato dal Consorzio e venduti a prezzi di marca ad Alba.

Questo tartufo va consumato crudo a fettine sottili, grattugiato sulla pasta o con un’insalata di rucola, insomma, “il Mozart dei funghi”, così chiamato da Rossini è consumato fin dall’antichità ed amato per la sua rarità di sapore. Il matrimonio tradizionale italiano impone che vengano serviti a tutti gli ospiti il tartufo bianco, ma oramai questa tradizione è diventata estremamente rara.

Il tartufo bianco d’Alba fresco è numerato e certificato dal vivo ad Alba, e si trova in categoria media di 50g, in collaborazione con il famoso commerciante di tartufi TartuFlanghe presso Les 4 Gourmets che lo offrono fino alla fine di dicembre.

Il prezzo del tartufo bianco d’Alba è ora a 220 euro per i 50 grammi presso i commercianti e possono variare di settimana in settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>