La Nasa premia il MIT per il progetto di un hotel di lusso nello spazio

di AnnaMaria Commenta

Il turismo spaziale sarà la nuova frontiera dei viaggi di lusso. 400 chilometri di altezza per l’hotel progettato dai giovani laureati del Massachusetts Institute of Technology, che hanno ideato un hotel di lusso spaziale che ha ricevuto il premio della Nasa come miglior progetto al “Revolutionary aerospace systems concepts-academic linkage design competition forum”, concorso destinato agli studenti delle università che li sfida a trovare nuove idee nel campo dei sistemi aerospaziali.

Sappiamo bene che dormire nello spazio non è un’esperienza così tanto piacevole, e ce lo dicono gli astronauti, scienziati e piloti militari, costretti ad affrontare rischi e scomodità all’interno delle navicelle spaziali. Eppure il turismo spaziale di lusso potrebbe essere una nuova frontiera su cui investire.

TURISMO SPAZIALE

L’hotel ideato dagli studenti del Mit si chiama Marina, ed è una vera e propria residenza tra le stelle, una stazione spaziale riconfigurabile che può anche ospitare veicoli interplanetari per raggiungere Marte. Nella zona residenziale ci saranno otto stanze con bar, ristorante, palestra. Niente di diverso da un comune hotel tre stelle sulla Terra, direte voi. Ma questo hotel potrà godere di un panorama davvero speciale: la vista sul nostro pianeta. E gli ospiti potrebbero pure approfittarne per fare un’escursione su Marte.

VIRGIN GALACTIC, VIAGGI NELLO SPAZIO E SOGGIORNI IN HOTEL DI LUSSO

Quanto potrebbe costare un weekend tra le stelle non è dato sapere, ma gli studenti del Mit hanno valutato la possibilità che la struttura sia co-gestita da parte della Nasa per un periodo di dieci anni, permettendo così la riduzione della spesa per il mantenimento di una Stazione Spaziale a un decimo, con un risparmio del 16% sul budget totale.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>