Il Bon Ton di Miss Gala Theo: la scelta della location

di Benedetta Guerra Commenta

Buon pomeriggio cari lettori, sono di nuovo io, Virginia Galatheo la vostra docente di Bon Ton, pronta, anche per questa settimana, ad esaudire qualsiasi curiosità sull’arte del sapersi comportare.

Dopo una settimana ricca d’impegni, tra lezioni e meeting tra gli Stati Uniti la Cina finalmente torno da voi con un nuovo argomento.

Oggi voglio insegnarvi alcune regole di comportamento molto importanti: La scelta della Location.

Il luogo del rinfresco ha un ruolo importante per rendere magico quel giorno, ma oltre al fascino del posto dovrete tenere presente alcuni elementi oggettivi che ne condizionano la scelta come per esempio la distanza dalla chiesa o da municipio: è opportuno che il ristorante si trovi vicino e non a più di trenta – quaranta minuti d’auto dal luogo della cerimonia.

Il numero degli invitati incide sulla scelta, se siete a conoscenza che gli invitati saranno tanti, meglio optare per una grande sala di un albergo oppure una villa con giardino per avere una cornice più prestigiosa.

Per un ricevimento più intimo potrete accogliere gli ospiti in una suite d’albergo o in casa dove si creerà un’atmosfera più familiare.

La stagione e l’ora sono fondamentali, poiché vi portano a pensare se è possibile o meno fare il matrimonio al chiuso o all’aperto e al tipo di ricevimento da offrire ossia buffet, cena o pranzo, aperitivo o brunch.

Attenzione alla presenza di bambini tra gli ospiti, se sono numerosi è meglio evitare luoghi decorati o arredati con antichità quindi è preferibile, una soluzione meno formale e con ampi spazi, magari all’aperto.

Dopo aver preso di mira tutti questi elementi, dovrete decidere la cornice più adatta in base al tipo di atmosfera.

La villa d’Epoca è per chi ama la nobile dimora con un grande parco, e giardino all’italiana; peschiere, fontane, specchi d’acqua con ninfee, vialetti. Questa è la soluzione perfetta per un matrimonio formale ed elegante.

Nella bella stagione (da maggio ad ottobre) gli spazi all’aperto sono godibili grazie anche alle tensostrutture dove vengono allestiti i tavoli per gli aperitivi, ma anche sotto gli alberi, con angoli di conversazione, la zona riservata alle danze. Il banchetto nei mesi freddi è giusto farlo svolgere all’interno in sale sale ricche di affreschi, arredi preziosi; oppure nel porticato, o nelle serre.

Fonte | Via Leregoledelbonton

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>